Cos’ e come funziona:

L’ozono (O3) è un gas ed è tra gli elementi ossidanti e battericidi più efficaci.

Il nostro studio è dotato di un dispositivo che miscela il gas dell’ozono con quello dell’ossigeno e tramite una cappetta in silicone presente sulla macchina, lo distribuisce sul punto che si intende trattare, mentre il gas in eccesso viene riconvertito in ossigeno puro.

Le applicazioni:

L’ozono, applicato sulla superficie cariata del dente, riesce a penetrare per circa 4mm ed è in grado di arrestare lo sviluppo dei batteri, eliminandoli progressivamente. La sostanza cariata sottoposta ad ozono terapia si remineralizza e si indurisce (dentina), creando una barriera in difesa della polpa del dente. Questo processo viene influenzato da una corretta igiene orale e si ha dopo circa 4-12 settimane dall’applicazione del gas.

L’ozono distrugge velocemente batteri, virus e funghi, disinfetta ferite e svolge funzione emostatica.

L’ozono in odontoiatria può essere impiegato non solo per la prevenzione delle carie ma anche per una moltitudine di altre tipologie di intervento, come ad esempio: piccole otturazioni, per la sigillatura dei solchi, per ridurre la sensibilità dei colletti, per le infiammazioni gengivali, per la cura dell’MIH (di cui parliamo in questo articolo) e anche negli adulti per la cura di herpes e afte.

In chirurgia orale si è dimostrato uno strumento molto efficace grazie alle sue proprietà disinfettanti ed antibatteriche, favorendo inoltre la rigenerazione ossea.

Ozono e bambini:

L’ozonoterapia ci permette di trattare in modo assolutamente rapido e indolore tutti i dentini dei bambini, evitando loro ogni tipo di trauma derivante l’uso di anestesia e trapano.

Questo rende, nella maggior parte dei casi, la seduta dal dentista più rapida e meno ansiosa, favorendo il rapporto medico-paziente, spesso molto spaventoso per i più piccoli.