Al giorno d’oggi, oltre ad avere una migliore informazione e consapevolezza dell’importanza di avere una bocca sana, è diventato basilare avere un bel sorriso perché è la prima cosa che si nota in una persona ed il mondo esterno ne trae una prima impressione di noi. Ecco che spesso però i pazienti chiedono come mai, dopo aver acquisito le giuste modalità dell’igiene domiciliare, i denti non sono comunque bianchi e brillanti. Nonostante gli sforzi, non sono soddisfatti del loro sorriso.

Avete mai pensato che oltre al caffè e alle sigarette, ci sono anche altri cibi che possono rovinare e macchiare lo smalto dei denti?

Quali sono i cibi “nemici dei denti”?

Il caffè oltre a macchiare di scuro il dente, diminuisce la produzione di saliva che tende a pulire i denti? Se aggiungiamo del latte al caffè ne attenuiamo gli effetti.

Il vino rosso è acido, quindi corrode lo smalto e le particelle del vino entrano nelle porosità macchiando i denti; anche il sugo di pomodoro è acido e macchia, ma se lo uniamo alle verdure l’effetto viene attenuato, come nel caso  del caffè + latte.

Crackers, biscotti e pane, carboidrati lavorati, macchiano i denti di giallo o arancione.

Il contiene delle sostanze chiamate “tannini” che sono i responsabili delle macchie sui denti. La maggior parte dei té, però, ha molti benefici per la salute, quindi non vale la pena eliminarli dall’alimentazione. La cosa migliore in questo caso è scegliere varietà di tè più chiari oppure aggiungere del latte.

La salsa di soia fa diventare scuri i denti, mentre il curry cambia la superficie attaccandosi ad essa.

Mirtilli e barbabietole macchiano i denti.

E allora? Cosa posso mangiare?

La sensazione che avrete arrivati alla fine di questo articolo è: “Ma allora non posso mangiare nulla!”

Per fortuna non è cosi, NON si devono eliminare gli alimenti, bensì mangiare tutto con moderazione, senza eccessi, e ricordandosi le buone norme per un’igiene dentale sana: Lavarsi i denti dopo ogni pasto e optare per una pulizia dentale 1/2 volte l’anno.

Ricordiamoci che tutti gli alimenti che hanno effetti “dannosi” per il bianco dei nostri denti, hanno d’altro canto proprietà benefiche e salutari per il nostro corpo, come per ogni cosa, il trucco è trovare un compromesso.

Ok, ma quindi come faccio ad avere i denti bianco splendenti?

Ci sono varie tecniche di sbiancamento dei denti. Ultimamente la più accreditata da istituti quali il “Consiglio dell’Associazione Dentale Americana (ADA)” è quella mediante l’utilizzo del laser odontoiatrico (di cui parliamo nello specifico qui) che presenta molteplici vantaggi rispetto ad altre tecniche professionali.

Se ti interessa sapere come ottenere uno sbiancamento efficace, non esitare a prenotare un appuntamento in studio in cui analizzeremo nel dettaglio la tua situazione e creeremo un protocollo personalizzato per te.