L’estrazione dei denti del giudizio è sempre associato all’idea di un evento traumatico e doloroso. Ma se ci fosse un modo per prevenire tutto questo? Estraendoli quando ancora non sono denti completamente formati?

Un pò di storia

I terzi molari sono comunemente conosciuti come denti del giudizio.

La causa di tale nome si deve all’età in cui erompono normalmente, ovvero fra i 18 e i 25 anni, età in cui ci lasciamo alle spalle infanzia e adolescenza e entriamo nell’età del giudizio (almeno teoricamente). I denti del giudizio non sono funzionali per la masticazione e non condizionano l’aspetto esteriore della bocca. Questa loro inutilità è conseguente alla storia evolutiva dell’uomo ed è la causa dei tanti fastidi che provocano.

I denti del giudizio, infatti, sono un’eredità che ci portiamo dietro dal passato, dai primi stadi di evoluzione degli ominidi verso l’Homo Sapiens. Nell’epoca preistorica la dieta non era di certo come quella attuale, i nostri antenati consumavano prevalentemente alimenti crudi, duri e difficili da masticare. Per questo era necessario poter disporre di una dentatura forte e resistente, che non si usurasse troppo presto in modo da garantire la sopravvivenza dell’individuo.

Con il passare del tempo, l’alimentazione è progressivamente cambiata, diventando più raffinata, con la scoperta dei diversi metodi di cottura e le tecniche di preparazione e manipolazione del cibo. Ecco che i denti del giudizio hanno iniziato a perdere la loro utilità, mentre le nostre mascelle stanno diventando sempre meno sviluppate.

Conseguenze della formazione dei denti del giudizio

Raramente trovano posto in arcata in posizione normale e circondati da una banda di gengiva aderente sana. Solitamente invece, non essendoci spazio sufficiente nelle bocche dei ragazzi di oggi – meno sviluppate di quelle dei nostri progenitori – i denti del giudizio erompono solo parzialmente, causando dolori, gonfiori gengivali e spostamenti degli altri denti; in altri casi non spuntano per nulla, ma possono erodere la radice del dente precedente o l’osso circostante, a volte anche con formazione di cisti , creando così dei problemi che alla lunga risultano anche più gravi dei primi.

Come prevenire un’estrazione dolorosa dei denti del giudizio

Grazie alle radiografie panoramiche e TAC siamo in grado di predeterminare se lo spazio osseo sarà sufficiente per accogliere i denti del giudizio senza problemi.

In caso contrario consigliamo sempre ai genitori dei giovani Pazienti di far estrarre preventivamente i “germi” dei denti del giudizio (cioè le gemme o gli embrioni), che fino ai 15-16 anni sono privi di radici e non fissati all’osso circostante.

Dopo questa età le radici cominciano a formarsi e si ingrandiscono fino ad ancorarsi saldamente in profondità nell’osso, spesso inglobando il nervo alveolare inferiore, una struttura molto delicata che porta la sensibilità al labbro inferiore e alla gengiva.